www.associazioniduesicilie.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

17 marzo, la festa nata con un vizio di forma che non può decollare

E-mail Stampa PDF

La pagina de "L'Inchiesta" del 17 marzo  su cui è pubblicato l'articolo di Fernando Riccardi

CASSINO - Non tutti sanno, e la cosa è abbastanza singolare, che oggi 17 marzo, ricorre la "festa dell'unità d'Italia". Anzi, per essere più precisi, si tratta della "Giornata nazionale dell'Unità, della Costituzione, dell'inno e della bandiera" istituita conla legge n. 222 del 23 novembre 2012. La festa non è di quelle cerchiate con il pallino rosso sul calendario, per cui si tratta di un giorno lavorativo come tanti altri. E questo costituisce, di certo, un'altra curiosa anomalia. Ma come, dopo 155 anni, ossia più di un secolo e mezzo, ci si ricorda di istituire la festa dell'unità d'Italia e non le si concede nemmeno la dignità di potersi vestire ed infiocchettare di rosso come il più elegante dei cadeaux?

Leggi tutto...
 

155° Anniversario dell'eroica difesa della Real Cittadella di Messina

E-mail Stampa PDF
MESSINA - Ogni anno suscita sempre più interesse la manifestazione che ricorda l'eroismo di quei dimenticati soldati che, negli spalti della Real Cittadella di Messina, difesero per nove lunghi mesi l'onore di un regno e di una popolo, che verrà successivamente ampiamente denigrato e vilipeso. Un evento che ogni anno vuole accendere i riflettori sulle vergognose condizioni in cui versa la Real Cittadella, un monumento che andrebbe valorizzato e tutelato ed invece ancora oggi discarica a cielo aperto dell'intera Città.
Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Marzo 2016 13:13 Leggi tutto...
 

Gaeta, 156° anniversario dell'Assedio

E-mail Stampa PDF

GAETA - Nella ricorrenza del 156° anniversario, il 14 febbraio si è svolta a Gaeta la cerimonia celebrativa e commemorativa della fine dell’Assedio del 1860/61 e del ricordo dei Caduti dell’Esercito delle Due Sicilie. Fu appunto il 14 febbraio 1861 che il Re Francesco II lasciò Gaeta dopo che, da parte dei plenipotenziari incaricati, era stato firmato il Capitolato di resa della piazzaforte: i Sovrani dopo essere passati, nel tratto di strada tra la casamatta Ferdinando e la Porta di Mare, tra Soldati di ogni Arma e grado e Cittadini di Gaeta che lo invocavano disperatamente, si imbarcarono sul vascello francese la Mouette per raggiungere il territorio pontificio e, nel passaggio davanti alla Batteria Santa Maria (all’estrema punta del porto fortificato ), da questa furono sparate le prescritte venti salve di saluto e la Bandiera Reale si abbassò per rendere i dovuti onori al Re del Regno delle Due Sicilie.Da terra si sentirono per l'ultima volta le grida dei soldati borbonici e della popolazione di Gaeta: "Viva 'o Rre!".

Leggi tutto...
 

1809: matrimonio dei sovrani di Francia a Palermo e la conquista parigina dei maccheroni

E-mail Stampa PDF

NAPOLI - Maria Amalia di Borbone, principessa di Napoli e Sicilia, nacque il 26 aprile 1782 nella Reggia di Caserta, decima figlia di Ferdinando IV e di Maria Carolina d’Austria.

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Febbraio 2016 07:51 Leggi tutto...
 

A breve un nuovo ciclo di seminari ad Aversa organizzati dall'Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie

E-mail Stampa PDF

CASERTA - Proseguono anche quest'anno i seminari organizzati dal nostro Istituto presso il Liceo Manzoni di Caserta. Cominciati nel 2010 grazie al Dirigente Scolastico dr.ssa Adele Vairo, i seminari sono divenuti un appuntamento "costante" e sempre apprezzato dai ragazzi anche grazie a coinvolgimento di relatori di grande spessore.

Leggi tutto...
 

Imballato a Napoli il busto di Cialdini

E-mail Stampa PDF

NAPOLI - Stamane gli attivisti e le attiviste di Insurgencia hanno nuovamente sanzionato il busto in onore del Generale Cialdini posto al primo piano del Palazzo della Borsa. Il busto è stato simbolicamente imballato e su di esso è stata apposta una targa che invita le istituzioni a spedirlo a Torino.

Leggi tutto...
 

Resconto della celebrazione della Messa di Don Alessandro di Borbone in onore della Beata Maria Cristina di Borbone Due Sicilie

E-mail Stampa PDF

Don Alessandro nell'atto di benedizione del ritratto della beata

CASERTA - Domenica 31 gennaio 2016, in una chiesa piena in ogni ordine di posti, la popolazione di San Leucio e della Vaccheria ha partecipato alla Celebrazione Eucaristica in onore della beata Maria Cristina organizzata dall’Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie, in collaborazione con la Delegazione di Napoli e Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio e con l’Associazione “Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia”.

Leggi tutto...
 


Pagina 8 di 36

 26 visitatori online
Tot. visite contenuti : 395070

 

Le Associazioni della Rete:

 

Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie

 

Comitato Storico Siciliano

 

Associazione Legittimista Trono ed Altare

 

Comitato Storico della Lombardia