www.associazioniduesicilie.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home News ed Eventi Presentazione della ristampa anastatica del libro sull'impresa del Cadinale Ruffo

Presentazione della ristampa anastatica del libro sull'impresa del Cadinale Ruffo

E-mail Stampa PDF

SAN LORENZELLO (BN) - L’Associazione Identitaria “Alta Terra di Lavoro” ha editato la ristampa anastatica della “Storia della spedizione del Cardinale Ruffo”, opera di Domenico Petromasi, risalente al 1801. Un corposo ed assai circostanziato saggio introduttivo a firma dello storico Fernando Riccardi, ricostruisce, passo dopo passo e in maniera dettagliata, la straordinaria impresa che nel 1799 portò il porporato calabrese Fabrizio Ruffo a riconquistare il Regno di Napoli, invaso dai giacobini, con la sua “armata reale e cristiana”, composta in gran parte da volontari raccolti strada facendo sotto l’emblema della Santa Croce.

Fu allora che nacque l’epopea dei sanfedisti, dei lazzari, degli insorgenti, dei “briganti”, di Michele Pezza, alias Fra’ Diavolo. Vicenda che è stata a lungo bistrattata da una vulgata storiografica troppo partigiana che si è divertita a sminuire il ruolo degli interpreti che hanno realizzato la mirabile impresa. Tutto "costantiniano" il banco dei relatori che a San Lorenzello ne parleranno. Infatti i quattro confratelli sono: il cav. di merito Fernando Riccardi, curatore, il comm. di Grazia Eugenio Donadoni, direttore di Cronache Costantiniane, il comm. di merito Angelo Giovanni Marciano, ed il cav. di Grazia ecclesiastico Fra' Sergio Galdi.


Giancarlo Rinaldi

Fonte: Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie

Presentazione della ristampa anastatica del libro sull'impresa del Cadinale Ruffo
Ultimo aggiornamento Martedì 24 Gennaio 2017 11:45  

 13 visitatori online
Tot. visite contenuti : 395064

E’ vietata la riproduzione non autorizzata anche parziale dei testi, nonché la diffusione delle notizie e delle foto riportate, ai sensi della Direttiva 2001/29/CE recepita in Italia con D.lgs del 9 aprile 2003 n. 68