www.associazioniduesicilie.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Lezioni di storia 4 settembre 1860: il tradimento della farmacia Ignone

4 settembre 1860: il tradimento della farmacia Ignone

E-mail Stampa PDF

Via Chiaja, Napoli

NAPOLI - La prestigiosissima farmacia Ignone, fornitrice della Real Casa Borbone delle due Sicilie, era ubicata all’inizio di via Chiaia, sotto la foresteria, oggi palazzo della prefettura.

La vicinanza al palazzo reale e la posizione su via Chiaia, strada percorsa quasi quotidianamente dai sovrani con le consorti per la consueta  passeggiata  fino alla villa Reale odierna Villa comunale, aveva determinato il nascere di un vero rapporto di amicizia con la famiglia Ignone.

Anche il 4 settembre del 1860, prima di partire per Gaeta, Francesco II e Maria Sofia vollero compiere l’ultima loro passeggiata napoletana. Il Re uscì dalla Reggia in un legnetto scoperto insieme con la Regina e due gentiluomini. Sulla strada di Chiaia, proprio sul principio, dovettero fermarsi per un ingombro di vetture e carri. Davanti alla farmacia Ignone, caratterizzata dall’insegna con i gigli borbonici, una scala con degli operai, impediva il transito delle vetture.

Il Re allora capì cosa stava accadendo. Non ancora lontano da Napoli, c’era già chi si affrettava a sostituire i simboli del suo regno, disconoscendone il valore e venendo meno anche ai rapporti umani fino a quel momento coltivati. Tuttavia impassibile, Francesco II salutò come sempre e proseguì lungo la sua strada.
Gerry Sarnelli

 

 

4 settembre 1860: il tradimento della farmacia Ignone
 

 42 visitatori online
Tot. visite contenuti : 568730

 

Le Associazioni della Rete:

 

Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie

 

Comitato Storico Siciliano

 

Associazione Legittimista Trono ed Altare

 

Comitato Storico della Lombardia


E’ vietata la riproduzione non autorizzata anche parziale dei testi, nonché la diffusione delle notizie e delle foto riportate, ai sensi della Direttiva 2001/29/CE recepita in Italia con D.lgs del 9 aprile 2003 n. 68