www.associazioniduesicilie.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home News ed Eventi La Principessa Beatrice a Bari, madrina del progetto 'La Regina di Bari'

La Principessa Beatrice a Bari, madrina del progetto 'La Regina di Bari'

E-mail Stampa PDF

La Principessa, sorella di S.A.R. il Principe Carlo, Duca di Castro, Capo della dinastia Borbone.

BARI - La principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, dopo aver partecipato alla Celebrazione Eucaristica in occasione dei 300 anni dalla nascita del Re Carlo di Borbone, sarà oggi in visita a Bari su invito dei presidenti della commissione Cultura Giuseppe Cascella e della collega che presiede la commissione Parità di genere Alessandra Anaclerio.

Il programma della visita:

La principessa sarà madrina di un ciclo di incontri seguiti da cena di beneficenza rievocativi delle visite delle principesse reali a Bari.

Alle ore 12.45 incontrerà il sindaco Antonio Decaro, l’assessore alle Culture Silvio Maselli, il consigliere Giuseppe Cascella e la consigliera Alessandra Anaclerio che la accoglieranno nella sua prima visita ufficiale a Bari nella quale sarà accompagnata dal professor Ugo Patroni Griffi di Faivano, delegato dell’Ordine Costantiniano.

Su iniziativa della commissione consiliare Culture, la Principessa Beatrice di Borbone sarà madrina del progetto la Regina di Bari, che prevede tre incontri culturali a scopo di beneficenza che si terranno presso il Circolo della Vela.

La presentazione del progetto avrà luogo in serata, alle ore 20.00, nel Salone del Circolo della Vela, dove storici e amministratori illustreranno le finalità dell’iniziativa.


Giancarlo Rinaldi

Fonte: Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie

La Principessa Beatrice a Bari, madrina del progetto 'La Regina di Bari'
 

 80 visitatori online
Tot. visite contenuti : 607609

E’ vietata la riproduzione non autorizzata anche parziale dei testi, nonché la diffusione delle notizie e delle foto riportate, ai sensi della Direttiva 2001/29/CE recepita in Italia con D.lgs del 9 aprile 2003 n. 68